Letra de Padroni Del Niente
(R.Callero - S.Melone)

C'è dolore in noi, nel mondo intorno a noi...
Muti nel canto
ciechi nel sole
e corpi fragili, come statue di cera
giganti e gnomi e poi la sera...
C'è calore in noi
tanta luce
e se tu vuoi
scaldi le mani
riscaldi il cuore
in questa notte fredda e senza luna
di chi si è perso ormai
di chi non ha fortuna.
Siamo noi, siamo solo noi i padroni del niente
dove stanno i nostri stupidi dei
dove vanno i nostri inutili eserciti
tutti contro tutti ormai.
Siamo noi, siamo solo noi i padroni del niente
calpestiamo figli, padri e madri
così ricchi e sempre più potenti, sì
quale Dio ci fermerà
dov'è l'amore...
Muti nel canto
ciechi nel sole
e corpi fragili, come statue di cera
giganti e gnomi e poi la sera...
Siamo noi, siamo solo noi i padroni del niente
sì, siamo noi
dove stanno i nostri stupidi dei
i nostri dei
dove vanno i nostri inutili eserciti
contro di noi
tutti contro tutti ormai.
Siamo noi, siamo solo noi i padroni del niente
sì, siamo noi
calpestiamo tutto, figli, padri e madri
perdonaci
così ricchi e sempre più potenti, sì
Dio se lo puoi
quale Dio ci fermerà
dov'è l'amore.
Sì, siamo noi
i nostri dei
contro di noi...
Sì, siamo noi
perdonaci
Dio, se lo puoi